C A M E R A T A

F I G A R E L L A

Isule Incantate

 

 

Tale un tesoru, in Sardegna si tramandanu e « launeddas » strumentu polifonicu di tempi passatoni, chì ribumbava pè i balli è e feste religiose.

 

U nostru invitatu, simbulu di e memorie d'un imaginariu landanu, u Maestru Luigi Lai, natu in 32 in San Vito in lu Sarrabus, farà cù a so arte a leia tra e generazione passate è quelle à vene.

 

Da cuntrastà trà identità singulare ; issu cuncertu, spechju di a Camerata adunisce culture musicale sfarenti. Seguiteranu opere cum'è « Divertimento Corsica »d'Henri Tomasi per clarinetta, soprano, bassone  è l'inseme à corde cù u Quatuor in rè minore di Juan Crisostomo Arriaga, dettu u « Mozart » di u Paese Bascu.

 

Ogni identità singulare empie l'isule incantate, suppuli necessari d'un mondu più grande.

Appinzate l'arechje, chì sò tesori cuntati da purtacci luntanu.

 

Muntagnera Musicale

 

A Pasturale hè ispirazione di l'autori, chì mintuveghja una forma d'armunia tra omu è natura.

Sarebbe una muntagnera musicale, u cuncertu traccia vie trà un Trio di Beeethoven, Schubert è Rossini cun diverse forme muderne.

 

 Cun certe opere cum'è quelle di u Bascu Maurice Ravel cu a sunata per viulinu è viuluncellu, u trio di Chostakovitch (fiura di u focu è di l'acciaru simbulu di l'industrialisazione in URSS) è infine un passu di Martinu, cumpunidore ceccu, ispiratu da a musica tradiziunale di a campagna buemiana fendu a leia tra sucietà tradiziunale è muderne.

 

 V'invitemu à sparte cun noi in a Corte di u Palazzu di i Guvernadori, sta bella festa di a musica di Camera cù a Bastiaccia Anne Calloni, è i dodeci strumenti da supranà stu locu magicu.

 

Castello in musica

 

Per l'ultima serata di u festivale, sarà un viaghju in a storia di a musica sapiente occidentale cun i musicanti di a Camerata. Crucivia d'opere cù strumenti antichi in cerca di soni novi, più muderni, i musicanti si ridenu di u tempu; u cuncertu si campa !

 

À u prugramma, u quartettu di Mozart N°16 accunciatu per clarinetta è trio à corde, a sunata N°2 di Beethoven cù a pianista d'Erbalonga Eleonore Luciani è l'archettu di Paul Antoine de Rocca Serra, u « Phantasy quartet » di Benjamin Britten accunciatu per u francoserbu Nicolas Arsenijevic. Per compie u cuncertu, Martinu, cumpunidore ceccu, adunisce nove musicanti nant'à a scena da sprime a nustalgia d'un esiliatu.

 

 Magnifica serata in Castellu, mischju di soni landani è di culori oghjinchi.