C A M E R A T A

F I G A R E L L A

 

Noi musicanti d'una musica sapiente di i tempi landani, vulemu ragiunà nant'à a nostra piazza d'interpreti in stu mondu mudernu in evuluzione cuntinua. Generazione di musicanti « internaziunalisati » sempre in giru, ci piacerebbe à campà un raportu à a pratica musicale sfarente di quellu chè no cunniscimu à u cutidianu.

 

Tale un'uchjata fatta à e rilazione culturale è linguistiche trà Tuscana è Corsica, u nome di l'inseme ci vene da a camerata fiorentina, cunnisciuta à a Rinascimentu tempu di scambii è di creazione artistiche.

 

A camerata fiorentina hè una manera di praticà è di sviluppà a musica in una cumunità definita da un spaziu.

 

Cù u tempu, isse sperienze si sò spiazzate in i grandi centri citadini cù u sustegnu di l'istituzione musicale è e grande furmazione di musicanti. E musiche di corte è i musicanti di e parochje hanu lasciatu piazza à altri generi.

 

A camerata hè per noi l'evucazione d'una corte di musicanti in un reame senza nè rè nè castellu.